Pizza con la scarola

    • Preparazione
    • Vedi il video
    • Cottura
    • Vedi il video
    • Porzioni
    • 4 persone
    • Difficoltà 
    • Media

Ingredienti

  • 700 gr farina per pizza
  • 25 gr lievito di birra
  • Acqua q.b.

Per il ripieno:

  • 2 cespi di scarola
  • 150 gr olive nere denocciolate
  • 1 cucchiaio di capperi sotto sale
  • 6 acciughe sott’olio
  • Sale q.b.
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • 1 spicchio d’aglio

Procedimento

  • Su una spianatoia ponete la farina per pizza, aggiungete un po’ d’acqua e iniziate a preparate l’impasto, a metà preparazione aggiungete il lievito di birra e completate l’impasto.
  • Ponetelo in un recipiente, copritelo con un canovaccio e lasciatelo lievitare per circa 2 ore.
  • Pulite, lavate e sbollentate le scarole per qualche istante in acqua leggermente salata.
  • Scolate la verdura e strizzatela per togliere l’acqua in eccesso.
  • Ponete in frigo a riposare in un tegame.
  • In una pentola da frittura, ponete un po’ di olio extravergine e fate rosolare l’aglio sbucciato, quando sarà dorato aggiungete la scarola, i capperi privati del sale e le olive nere denocciolate.
  • Cuocete a fuoco vivo per cinque minuti.
  • Lasciate quindi intiepidire.
  • Prendete una pirofila rettangolare, di media grandezza e che si presenti bene in tavola e oliatela.
  • Prendete l’impasto, lavoratelo nuovamente per qualche minuto e provvedete a stendere il primo strato di impasto sul fondo della teglia, badando bene a non creare buchi nell’impasto sul fondo della teglia.
  • Quando la superficie sarà compatta, ponete il preparato di scarola aggiungendo le alici spezzettate e un filo di olio.
  • Coprite con il secondo strato di impasto, badando bene di coprire tutto e di far legare bene l’impasto anche ai lati, oliate leggermente la superficie e ponete in forno per la cottura a circa 200° c per circa 20 minuti.

Fonte della ricetta: TV2000 – Quel che passa il convento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.