Cappelletti in brodo

Cappelletti in brodo

Come preparare dei buoni cappelletti in brodo

Questi cappelletti (per i quali si ritaglia la pasta con uno stampo grande quanto la bocca di un comune bicchiere da tavola) si fanno tanto in brodo che asciutti.

L’impasto con cui li si riempie va messo nel centro del disco di pasta ritagliata.

Piegato il disco in due, si fanno aderire bene i due orli combacianti e si uniscono le due punte estreme della mezza luna bagnandole col dito umido di chiara d’uovo per tenerle unite.

La forma di cappello si ottiene volgendo in su la parte rotonda.

Ripieno per 150 cappelletti:

  • tagliuzzate, o passate nella macchinetta, una fetta di prosciutto
  • 200 gr. di filetto di maiale cotto
  • una fetta di mortadella
  • 100 gr. di petto di pollo o di tacchino cotto.

Raccogliete il battuto in una terrina e conditelo con un uovo intero; sale, pepe, un po’ di noce moscata, un cucchiaio colmo di parmigiano grattugiato.

Mescolate e unitevi mezzo bicchierino di marsala.

Questo ripieno è sufficiente per una pasta fatta con tre uova intere e 300 gr, di farina.

I cappelletti devono cuocere per una ventina di minuti in brodo bollente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.